Il Presidio ringrazia le Associazioni e le Scuole

La quinta Giornata del Volontariato, a Città della Pieve, quest’anno per la prima volta ha dovuto competere con la pioggia. In piazza Unità d’Italia, priva dell’abituale movimento che la animava in occasione delle precedenti puntate tra studenti ed Associazioni, era visibile qualche mezzo solitario: il camion dei Vigili del Fuoco, che con i suoi giochi di acqua era stata una simpatica attrazione negli anni precedenti; il pulmino di A.L.I.Ce.; il fuori strada della Protezione Civile; l’ambulanza della Misericordia. Poi pioggia, solo tanta pioggia.

Le Associazioni sono state ospitate nella palestra dell’Istituto di Istruzione Secondaria di Primo Grado, richiesta, come sempre, in caso di emergenza mal tempo. Leggi tutto

“ICTUS: esperienze di vita”

“ICTUS: esperienze di vita” questo il titolo del Progetto di A.L.I.Ce. Città della Pieve, che ha vinto il Primo Concorso Premio Convention – A.L.I.Ce Italia Onlus, i cui prodotti sono visionabili su questo spazio.

Il Progetto è costituito da un libro  “Una rosa … rinascerà” di Franco Pilato ed un video  “Dopo l’ictus, c’è vita”  del filmmaker Tommaso Stingo sull’esperienza di Francesco Lupparelli, unico attore del video stesso. Leggi tutto

“Dopo l’ictus, c’è vita”

“Dopo l’ictus, c’è vita” – breve video spot nato dalla collaborazione tra il protagonista del video, Francesco Lupparelli, un giovanissimo ragazzo colpito da ictus che ha perso la mobilità della parte destra del corpo, la dottoressa Valeria Caso, specialista nell’ambito dell’ictus cerebrale e il filmmaker, Tommaso Stingo, che ha realizzato il prodotto. Racconta la vita del protagonista nella quotidianità, a tre anni dall’ictus.

GIORNATA DEL VOLONTARIATO – QUINTA EDIZIONE

Il Presidio del Volontariato “Insieme si può” dell’Istituto “Italo Calvino” di Città della Pieve, costituitosi di nuovo, come ogni anno, ormai dal 2010, ha organizzato, con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale, per il quinto anno consecutivo la Giornata del Volontariato in Piazza Unità d’Italia. Le 15 Associazioni, ognuna con la sua prerogativa,sono disposte nella grande piazza cui i vari ordini di scuola fanno da cornice. Centro pulsante il Presidio, con la sua freschezza, il suo entusiasmo sempre crescente e coinvolgente. Leggi tutto

“Una rosa … rinascerà”: una grande soddisfazione per Franco e per A.L.I.Ce. di Città della Pieve

Il libro di Franco Pilato “Una rosa … rinascerà”,  fatto pubblicare da A.L.I.Ce. di Città della Pieve, grazie anche al contributo della locale CONAD e di Rubeca Motori, ha avuto un grosso successo:

  • successo di pubblico alla presentazione del libro con la sala della Biblioteca gremita all’inverosimile, sensibilizzata dagli interventi ed in particolare emozionata dalla magistrale lettura di alcuni brani del libro da parte dell’attore Luigi Diberti;

  • il riconoscimento di molti pievesi;

  • la vincita del Primo Concorso Premio Convention – A.L.I.Ce Italia Onlus, decretato, da una Commissione Internazionale, il 15 ottobre nell’ambito della Prima Convention tenutasi a Città della Pieve. Concorso al quale A.L.I.Ce. pievese aveva partecipato con il Progetto “ICTUS: esperienze di vita”, costituito dal libro di Franco e da un video di Tommaso Stingo sull’esperienza di Francesco Lupparelli, un giovanissimo ragazzo colpito da ictus e, tra l’altro, unico protagonista del video. Il premio, consistente in mille euro, arriverà a breve nelle casse di A.L.I.Ce. di Città della Pieve e sarà utilizzato perle attività di informazione e prevenzione alla popolazione e per iniziative a sostegno dei colpiti da ictus, come da indicazioni del bando stesso.

È con estrema soddisfazione che A.L.I.Ce. ringrazia tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione del “sogno” di Franco, dare alle stampe il libro sulla sua vita.

Un sogno che per volere dell’autore è latore di iniziative di solidarietà: l’allestimento di un’aula di Primo Soccorso presso l’Istituto Comprensivo “Pietro Vannucci” di Città della Pieve e l’istituzione di borse di studio annuali per giovani che si distinguano nel campo della solidarietà; progetti realizzabili grazie alla “vendita” del libro, di cui ne sono state fatte stampare 1.000 copie.

Già la sera della presentazione numerose copie, al di sopra di ogni più rosea aspettativa, sono state vendute; subito dopo bar, edicole, parrucchiere, studi commerciali, agenzie assicurative, supermercati anche di Ponticelli, Moiano e Po’ Bandino compresa naturalmente la CONAD che ha contribuito alla stampa, l’altro sponsor Rubeca Motori, la sede di A.L.I.Ce. hanno assunto l’incarico, in questo periodo di tempo, di distribuire il testo e stanno assolvendo al compito in maniera encomiabile.

Il libro può essere acquistato con un contributo a partire da 5 euro.

È uno spaccato di vita facile da leggere, amabile, capace di creare emozioni. Un libro da leggere, un “pensierino” da regalare certi di essere apprezzati.

Visto il successo, anche nelle vendite, A.L.I.Ce. sta vagliando i preventivi per arredare l’aula e, a breve, comincerà a lavorare al bando di concorso per l’assegnazione della prima borsa di studio. Grazie a chi ha già contribuito e a chi si accinge a farlo.

 

 

Dalla Convention A.L.I.Ce. Italia onlus di Città della Pieve

Bilancio estremamente positivo quello emerso dalla Prima Convention A.L.I.Ce. Italia onlus, tenutasi a Città della Pieve il 15 e il 16 ottobre, che ha raccolto esponenti di numerose sedi A.L.I.Ce. regionali, provinciali e locali delle 80, ad oggi, registrate in tutta Italia. I temi tecnici e organizzativi utili a raccordare l’operato delle varie sezioni, trattati nel pomeriggio della prima giornata, hanno spaziato su vari settori, tutti di estremo interesse, da quanto manifestato dai numerosi presenti.

Moderati dal dott. Enrico Righetti, responsabile del Centro Ictus di Città della Pieve, si sono susseguiti: Francesca Rossini dell’Agenzia GAS Communication di Roma ha spiegato“Come fare comunicazione e dare visibilità agli eventi” ricordando che oltre 3.000 testate hanno, ultimamente, seguito le attività di A.L.I.Ce. e quasi 490 milioni di persone ne hanno sentito parlare; Roberto Campitelli di A.L.I.Ce. Nazionale ha parlato degli “Aggiornamenti sui siti di A.L.I.Ce.” e dell’importanza di mettere in rete esperienze ed informazioni; Antonio Sisca, dottore commercialista in Perugia – esperto enti non profit, ha relazionato con estrema chiarezza sugli “Aspetti civilistici, fiscali, contabili delle associazioni no-profit” fornendo utilissime informazioni per la gestione dell’Associazione; Fabrizio Salvatore, direttore del CeSVol di Perugia, ha presentato le attività, assolutamente gratuite, a supporto delle Associazioni di Volontariato de “I centri di servizio del volontariato” presenti, con 78 sedi, in quasi tutte le regioni; Carlo Peretti, membro Business Unit Enti Religiosi e settore Non Profit della Società Cattolica Assicurazione, ha illustrato gli “Aspetti assicurativi delle Associazioni di volontariato (art. 4 Legge 266/91)” ponendo l’attenzione sugli obblighi assicurativi per le Associazioni di Volontariato quale vero strumento di tutela, in particolare riguardo ai volontari per infortuni, malattie e responsabilità civili verso terzi e ribadendo l’importanza per le Associazioni del riconoscimento di personalità giuridica; Giuliana Baldassarre, docente School of management SDA Bocconi, ha esposto con molta fluidità come “Fare fundraising (raccolta fondi) per poter cambiare le cose: nuove idee e suggerimenti per le associazioni” ribadendo che nelle campagne di sostenibilità finanziaria non raccogliamo solo fondi ma anche beni, persone, relazioni ed è proprio questo a dare valore sociale alla causa di A.L.I.Ce., consapevoli che lo scambio filantropico si basa sull’acquisizione di una cultura responsabile della donazione.


Gli atti della Convention, in particolare le relazioni di tutti gli esperti-formatori, sono già stati inviati dal Nazionale alle varie sedi A.L.I.Ce.

Durante la cena conviviale alla presenza delle autorità cittadine sono stati premiati i tre Progetti vincitori del Primo Concorso Premio Convention – A.L.I.Ce Italia Onlus, istituito per offrire un particolare riconoscimento ai tre migliori progetti che si sono distinti sul territorio e/o a livello nazionale nel favorire la diffusione della conoscenza e della corretta informazione sull’ictus cerebrale. I tre premi istituiti dovevano essere assegnati, a giudizio insindacabile di una giuria internazionale, rispondendo a criteri stabiliti: 1 – Il progetto più significativo dell’anno, 2 – Il progetto più originale ed innovativo, 3 – Il progetto con la miglior valenza culturale ed istruttiva. La Commissione, per regolamento, ha lavorato su progetti presentati in forma assolutamente anonima.

Il Presidente della giuria, Jon Barrick, ha chiamato nell’ordine gli autori dei progetti: “ICTUS: esperienze di vita”, testimonianza di colpiti da ictus: un libro, “Una rosa … rinascerà”, di Franco Pilato e un video, “Dopo l’ictus, c’è vita”, del giovane Francesco Lupparelli; “Riprendiamoci il sorriso”; “Punto di Ascolto – Accoglienza e Supporto alle persone colpite da ictus cerebrale ed ai loro familiari”. Solo così si è venuti a conoscenza che il Primo progetto era stato presentato dalla A.L.I.Ce. ospitante cioè quella di Città della Pieve, il secondo progetto era stato inviato da A.L.I.Ce. Cuneo, il terzo da A.L.I.Ce. Bologna. Dei prodotti allegati al Progetto di Città della Pieve, il video è già possibile visionarlo sul sito di A.L.I.Ce. Nazionale, riguardo al libro sarà possibile, presto, leggerlo da Internet. Anche i lavori di Cuneo e di Bologna saranno presto inseriti nel sito di A.L.I.Ce. Italia.

I lavori della Convention sono ripresi il 16 mattina con “A.L.I.Ce. si presenta: esperienze, idee, azioni”: uno scambio di buone prassi tra le varie associazioni A.L.I.Ce. presenti. Molti gli iscritti a parlare: Milano, Novara, Bologna, Emilia Romagna, Roma, Lazio, La Spezia, Marche, Ravenna, Ferrara, Genova, Città della Pieve. Le attività ricorrenti: libri su esperienze personali e su ricette della salute, questionari e screening alla popolazione come pure a istituzioni e/o categorie ed a studenti, giornate di prevenzione, incontri con le scolaresche sull’importanza di corretti stili di vita, progetto “I giovani educano i giovani”, alternanza scuola-lavoro, spazi ascolto ed informazione, esperienze di musicoterapia e cori di afasici, laboratori, esperienze AFA (Attività Fisica Adattata), sportello psicologico, corsi di psico-educazione, reti istituzionali, coinvolgimento delle famiglie, collaborazioni con associazioni ed enti, trasporti socio-sanitari, consulenze cardiologiche e nutrizionali, corsi di logopedia per afasici e bambini, convegni. Una scambio di esperienze interessantissimo ed estremamente utile anche per facilitare il lavoro di tutti.

Alla fine della mattinata il presidente del Comitato Tecnico Scientifico A.L.I.Ce., Domenico Inzitari, ha presentato il progetto del CTS: “Ictus e Riabilitazione in Italia: approccio alle cure palliative” ricordando che è consigliabile cominciare la riabilitazione già in fase acuta e continuarla con costanza, ma ricorda anche che bisogna affrontare il fine-vita per evitare eccesso di medicalizzazione, accanimento terapeutico e inutili sofferenze al paziente.

Dopo una colazione di lavoro a buffet, a coronamento delle attività della Convention, si sono svolte, nel primo pomeriggio, le Riunioni del Consiglio Direttivo e del Comitato Tecnico Scientifico.

In attesa di una prossima efficace Convention si augura a tutte le Associazioni A.L.I.Ce. un anno di proficua attività.

Città della Pieve ospita la prima Convention di A.L.I.Ce. Italia Onlus

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comunicato Stampa

Nell’antico borgo umbro i rappresentanti delle oltre 70 associazioni, regionali e locali, che combattono l’ictus in Italia

 Città della Pieve, 10 ottobre 2016 – Un’opportunità di condivisione e confronto, uno strumento di comunicazione ed interscambio immediato: queste le basi sulle quali A.L.I.Ce. Italia Onlus – Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale – ha deciso di dare vita alla sua prima Convention, in programma i prossimi sabato 15 e domenica 16 ottobre a Città della Pieve (Perugia). Leggi tutto

A.L.I.Ce. Città della Pieve: è ripartita la ginnastica dolce

Lunedì 3 ottobre è ripartita l’attività fisica promossa da A.L.I.Ce.(Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale) di Città della Pieve. Una ginnastica dolce necessaria ai colpiti da ictus e da altre patologie che interessano il sistema neuro-motorio, ma anche per soggetti di terza età, quale ginnastica di prevenzione. Leggi tutto