Giornata Mondiale contro l’Ictus cerebrale 2019

SABATO 16 NOVEMBRE a Città della Pieve

Per la Giornata Mondiale contro l’Ictus cerebrale che, a Città della Pieve, avrà luogo  sabato  16 novembre, la popolazione è invitata, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, presso la Sala del Concerto  a Palazzo Corgna, dove infermieri volontari dell’Associazione effettueranno misurazioni gratuite di pressione con rilevazione della fibrillazione atriale, colesterolo, glicemia, trigliceridi e ossimetria.

Per consigli e chiarimenti sarà possibile dialogare con la dottoressa Antonella Paolini, medico di base, che ha dato la propria volontaria disponibilità. Saranno distribuite gratuitamente brochure e pieghevoli informativi con consigli per evitare l’insorgere dell’Ictus, per riconoscere immediatamente i sintomi del suo insorgere, per migliorare la vita dei colpiti da questa malattia e dei propri familiari. Leggi tutto

Ad A.L.I.Ce. Umbria di Città della Pieve prossimo un nuovo servizio gratuito: il diabetologo

I servizi gratuiti garantiti da A.L.I.Ce. Umbria di Città della Pieve continuano ad aumentare, è la volta di consulenze in diabetologia per la prevenzione, diagnosi e cura del diabete mellito e delle sua complicanze. Il servizio avrà inizio con il mese di settembre con cadenza mensile, grazie alla disponibilità, come volontario, del Dott.  Giovanni Nasini, specialista in endocrinologa e malattie del metabolismo, Dirigente Medico della USL Umbria 1 presso l’Ospedale di Castiglione del Lago.

Il Dottore incontrerà per un colloquio coloro che necessitano di informazioni e chiarimenti riguardo al diabete, presso la sede di A.L.I.Ce. – Casa della Salute di Città della PieveVia Beato Giacomo Villa 1. Per accedere al servizio, che avrà luogo di giovedì, è necessaria la prenotazione da effettuarsi presso la sede di A.L.I.Ce., all’indirizzo sopra riportato, da lunedì a sabato dalle ore 10.30 alle 11.30, oppure telefonando, con lo stesso orario, al numero 0578 297091, o ancora inviando una mail ad aliceumbriapieve@tiscali.it, indicando la richiesta e specificando le proprie generalità ed il recapito telefonico dove essere richiamati.

La prevenzione è uno degli obiettivi di  A.L.I.Ce. che fornisce servizi, consulenze, conferenze nella speranza di migliorare la salute e favorire i cittadini,  pievesi e non.

A.L.I.Ce. e la prevenzione cardiologica e…

Su iniziativa del Dott. Cipriani, volontario A.L.I.Ce., e con la fattiva collaborazione dell’Associazione stessa, ha preso il via, vari anni fa, un’attività di sensibilizzazione e di prevenzione, naturalmente gratuita, all’Istituto “Italo Calvino”, per l’esattezza si è iniziato dall’Istituto Professionale. Il dottore ha incontrato gli studenti, per la prima volta, sugli “Stili di vita”, nell’anno scolastico 2012 – 2013; l’anno successivo è stata introdotta anche la prevenzione secondaria, vale a dire: elettrocardiogramma, misurazione della pressione con rilevazione di fibrillazione atriale, visita cardiologica, estesa ai due Istituti del “Calvino”, vista la disponibilità di due aule, una per il Professionale ed una per il Liceo, attrezzate da A.L.I.Ce. per il primo soccorso.
Per accedere allo screening è necessaria l’autorizzazione dai genitori.
La scuola decide di far partecipare alle due iniziative, sensibilizzazione e prevenzione, le classi seconde.
Ad oggi il Dott. Cipriani con gli “Stili di vita”, dall’anno scolastico 2012 – 2013, ha incontrato circa 1.000 studenti del “Calvino”, solo quest’anno 114. Leggi tutto

Città della Pieve – Città accessibile

Franco Pilato ringrazia

Sono un pievese costretto sulla carrozzina da un giovanile incidente stradale e con questo breve scritto intendo esprimere il mio più sentito ringraziamento per l’importante lavoro svolto a Città della Pieve dal Tavolo della Città accessibile. Ricordo ancora quando chiesi al Sindaco, Fausto Scricciolo, di rendere la città maggiormente fruibile ai disabili, si stava lavorando, con A.L.I.Ce. alla presentazione del mio scritto “Una rosa… rinascerà”, frutto degli incontri con la psicologa volontaria di questa Associazione, Chiara Cottini. Ed ho viva la sorpresa del momento in cui, durante l’iniziativa di presentazione, il Sindaco annunciò che l’Amministrazione aveva deliberato la costituzione di un Tavolo per rendere la città più accessibile. Leggi tutto

A.L.I.Ce. di Città della Pieve tiene alla prevenzione

A.L.I.Ce. Umbria di Città della Pieve, come ormai consuetudine, riparte con l’attività di prevenzione in eventi specifici, che si va ad aggiungere a quella di routine fissata presso la sede in via Beato Giacomo Villa, 1 – Casa della Salute della città del Perugino – tutti i mercoledì e venerdì dalle 10.30 alle 11.30 e presso gli ambulatori medici di Po’ Bandino ogni giovedì dalle 10.30 alle 11.00, di Ponticelli il 1° ed il 3° mercoledì di ogni mese dalla 10.00 alle 11.00, di Moiano il 1° e 3° martedì di ogni mese dalle 9.00 alle 10.00. Leggi tutto

A.L.I.Ce. cede un montascale

L’Associazione A.L.I.Ce. Umbria di Città della Pieve cede un monta scale mobile a cingoli modello TO8 S VIMEC, al momento sfornito di batteria (costo 70/100 euro – a carico della persona interessata).

L’Associazione lo cede gratuitamente, ma gradisce un’offerta per le sue attività.

Chi è interessato o ha interesse ad avere ulteriori informazioni può:
-rivolgersi alla sede di A.L.I.Ce. dal lunedì al venerdì dalle 10.30 alle 11.30
– telefonare allo 0578 297091
oppure scrivere ad aliceumbriapieve@tiscali.it

Ad A.L.I.Ce. Umbria di Città della Pieve – Prima esperienza di Alternanza Scuola-lavoro

A.L.I.Ce. alla sua prima esperienza in alternanza scuola-lavoro traccia un bilancio estremamente positivo, come formazione per l’Associazione e, è sicura, anche come esempio di valori sociali e non solo trasmessi alle quattro ragazze del “Calvino” che l’hanno scelta. L’attività ha inizio quando, vari mesi fa, A.L.I.Ce. è stata contattata dal CeSVol e dall’Università degli Studi di Perugia, nell’ambito del progetto “Schola”, che vede coinvolti sei paesi partner: Francia, Austria, Germania, Ungheria, Italia e il Regno Unito, per promuovere il Portfolio per il volontario, cioè uno strumento per valutare le conoscenze, le esperienze e le competenze acquisite attraverso attività di volontariato. L’idea di questo strumento è quella di aiutare a riflettere sulle diverse esperienze di volontariato cosi da fornire un supporto per identificare le competenze apprese o sviluppate nel corso dell’esperienza svolta a favore della collettività e poterle spendere in diversi campi.
Leggi tutto

A.L.I.Ce. a Paciano

Lo scorso mese di maggio, come ormai consuetudine, l’Associazione A.L.I.Ce. Umbria di Città della Pieve, grazie ai propri volontari, in collaborazione con il Centro Sociale Anziani e la Libera Università Popolare, ha effettuato, presso il “Centro di Vita” San Sebastiano, un’attività di prevenzione e informazione “L’ictus agisce i fretta – conoscere spesso vuol dire prevenire”: misurazione di pressione con rilevazione di fibrillazione atriale, glicemia, colesterolo, trigliceridi. 31 persone hanno effettuato gli esami proposti da A.L.I.Ce. in forma assolutamente gratuita, come in tutte le manifestazioni legate alla prevenzione. Tra questi 3 ultraottantenni e 2 ultranovantenni che hanno fatto rilevare, tra l’altro, ottimi valori e, per di più, senza assumere farmaci. A tutti un sincero e caloroso augurio.

Un grazie a Paciano per la cortese ospitalità e per l’impegno nella prevenzione.

Un grazie al Tavolo delle Disabilità – Città accessibile

Sono Franco Pilato, tornato da poco a Città della Pieve, dopo un periodo di forzata assenza per una ospedalizzazione di ben cinque mesi. Una lunga degenza all’Unità Spinale del Santa Maria della Misericordia per un problema legato alla mia disabilità. Durante questo periodo sono stato messo al corrente, da chi veniva a trovarmi, su come procedevano i lavori del Tavolo delle disabilità, operante presso il Comune di Città della Pieve, nato su mia proposta per individuare e tentare di superare quelle criticità che rendono difficoltoso l’accesso alla città, ai suoi Palazzi, alle sue strutture. Una volta tornato, è naturale, ho potuto avere maggiori informazioni. Ringrazio pertanto chi ha voluto con impegno e forza portare avanti la mia proposta: il Sindaco, Fausto Scricciolo, in primis, ma anche l’Amministrazione ed i componenti il “Tavolo”, in particolare A.L.I.Ce. Umbria della città del Perugino che ne è capofila, per quanto fatto e per quanto faranno ancora.

Franco Mario Pilato